<
Il suino tipo "Borghigiano"

Per Suino tipo Borghigiano si intende il prodotto dell'incrocio tra un Nero di Parma e un soggetto Large White o Landrace. Questo polimeticcio e' antico e la sua realizzazione e' iniziata attorno agli anni 20 del 900, allorquando l'importazione dei maiali rosa di ceppo inglese -che avrebbero costituito la base del moderno allevamento intensivo- consenti', anche, di ibridare i tradizionali maiali neri che venivano allevati sull'appennino Parmense.
I maiali rosa, o bianchi che dir si voglia, hanno spopolato negli allevamenti -e sulle mense- mentre i neri via via sono sostanzialmente scomparsi e di conseguenza anche i polimeticci "borghigiani".


Solo negli ultimi anni, il recupero del Nero di Parma ha consentito di ricominciare a pensare anche al Borghigiano.
Dal moderno incrocio tra soggetti Large White e soggetti Neri di Parma si ottengono animali pezzati, molto docili, che possono essere allevati allo stato brado e che mostrano un notevole incremento giornaliero nel periodo di "finissaggio" (maiali che nel periodo settembre-gennaio, ingrassano notevolmente rispetto al periodo aprile-agosto, arrivando a 300 kg e oltre). Le carni di questi soggetti sono marezzate e saporite e anche il contributo di lardo e' interessante per i salumi.


La denominazione commerciale "suino Borghigiano" e'un marchio registrato dall'Azienda Agricola Cantoni di S.Andrea Bagni (PR).